LE CERAMICHE

UN’ECCELLENZA TUTTA ABRUZZESE

LOGO ASSOCIAZIONE CERAMISTI DI CASTELLI

Se Castelli è diventato uno dei principali centri per la produzione della ceramica lo si deve, soprattutto, alle particolarità naturali del territorio che lo circonda, caratterizzato dall’abbondante presenza di cave d’argilla, corsi d’acqua, giacimenti di silice e boschi di faggio che fornivano la legna necessaria per alimentare i forni. Le origini di quest’arte sono antiche. Secondo alcuni risalirebbe addirittura agli etruschi e poi ai Romani, e sarebbe stata, infine, favorita dalla presenza dei monaci benedettini che si stabilirono alle falde del bosco dove vi sono i resti della loro abazia. Mancano, purtroppo i documenti di sostegno a questa tesi.

 

Certamente sono stati trovati reperti di ceramica ingobbiata medioevale e frammenti di maiolica risalenti al XV.
Tutti gli abitanti erano coinvolti nella produzione della maiolica. L’argilla veniva estratta dalle cave, raffinata per essere foggiata, cotta e decorata. La seconda cottura finale rendeva, come avviene ancora oggi, l’oggetto brillante e impermeabile, adatto a tutti gli usi. Era la fase più delicata, da cui dipendeva la sopravvivenza del maiolicaro. Era affidata alla protezione di Sant’Antonio, patrono del fuoco, e alla esperienza del maiolicaro che, privo delle tecnologie moderne, calcolava la temperatura ad occhio.

 

Le famiglie Pompei e Grue sono quelle che hanno dato lustro alla maiolica. Carlo Antonio Grue (1655-1723), il più grande pittore barocco su ceramica, ne è il maggiore esponente.
I Pompei e i Grue sono stati i creatori dell’unica espressione artistica autenticamente abruzzese oggi presente nei più grandi Musei del mondo.
Le maioliche si caratterizzano, oltre che per le qualità artistiche, per la tipica tavolozza castellana composta di cinque colori, il giallo, l’arancio, il blu, il verde e il manganese.
Il rosso venne introdotto solo verso la fine del 1700 da Gesualdo Fuina.

 

Il Liceo Artistico per il Design, fondato nel 1906 per l’opera di due illustri concittadini, Beniamino Olivieri (1847-1923) e Felice Barnabei (1842-1922), allora rispettivamente Sindaco di Castelli e primo Direttore generale delle Belle Arti, tutela le antiche tradizioni dei grandi maestri del passato, aggiornando l’offerta formativa alle esigenze dei tempi che mutano. Costituisce un valore assoluto per il nostro territorio, aperto alla frequenza degli alunni provenienti da tutto il circondario.
L’Istituto ospita una ricca e preziosa collezione di spolveri e disegni del XVII e XVIII secolo, appartenuti alla bottega Gentili.
Ha una importante collezione di ceramiche contemporanee proveniente da ceramisti di oltre 50 paesi e la documentazione delle produzioni didattiche succedutesi nel tempo, tra cui il Presepe Monumentale, una sessantina di statue a grandezza d’uomo, e il Terzo Cielo, una riedizione moderna del seicentesco Soffitto di San Donato.

 

Da visitare la Chiesa di San Donato, con il suo seicentesco Soffitto maiolicato, unico in Italia, una delle imprese più ambiziose della maiolica italiana sul finire del Rinascimento, definito la Cappella Sistina della maiolica.

Chi, invece, vuole ripercorrere la storia della ceramica di Castelli può visitare la sede provvisoria del Museo, allestita, a causa del terremoto del 2009, nei locali di una ex “Bottega” per la produzione della maiolica, sita alla Salita Paradiso, la prosecuzione di via Concezio Rosa.

Logo AiCC
CASTELLI E ARTE
LOGO ASSOCIAZIONE CERAMISTI DI CASTELLI

L’APP

ATTIVAZIONE DELL’APP LA CITTA’ CHE PARLA

Inquadrando il qrcode presente su tutti i monumenti del comune di Castelli potrete ascoltare in lingua italiana ed inglese una voce che racconta la storia del borgo e tutte le sue attrattive.

• Nell’Infopoint potrete trovare una cartina gratuita del borgo con i monumenti artistici castellani da visitare.

• Per tutto il periodo estivo avrete la possibilità di avere una guida che vi farà scoprire tutti i segreti di questa arte secolare. Percorrerete i 5 secoli di arte castellana in meno di un’ora e con una semplice passeggiata – responsabile accompagnatore artistico Francesco Catini 335.6565612
– Costo € 3 (fino a 5 persone)
– Comitiva € 2 (superiori a 6 persone)
– Pagamento ed iscrizioni presso Info Point

 

L’Infopoint sarà attivo tutti i giorni dal 1 agosto al 6 settembre dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00

MUSEO DELLE CERAMICHE

 

Ospitato in un antico convento francescano del quale si conserva intatto uno splendido chiostro affrescato, il Museo raccoglie importanti testimonianze della storia della ceramica castellana, dai più antichi ritrovamenti quattrocenteschi, ai pregiati manufatti cinquecenteschi (tra cui la “Madonna che allatta il bambino” di Orazio Pompei), ai preziosi capolavori sei e settecenteschi, con le magnifiche opere dei Grue, dei Gentile, dei Cappelletti. Il museo si arricchisce con le produzioni ottocentesche e le più recenti esperienze di porcellana. Non manca una sezione dedicata all’arte contemporanea, all’interno della quale spicca la collezione Sassu.

CHIESA DI SAN DONATO

 

Posta a circa un chilometro dal centro, la piccola chiesa rupestre costituisce un unicum mondiale col suo soffitto interamente ricoperto di oltre 800 mattoni in maiolica. Il soffitto risale agli anni 1615 – 1617 e fu creato per sostituire il precedente soffitto cinquecentesco attualmente conservato al Museo delle ceramiche. Per la sua bellezza ed unicità Carlo Levi definì questa cona “la Cappella Sistina della maiolica”.

CHIESA DI SAN ROCCO

 

Sede della antica confraternita di Gesù defunto, la chiesa si trova in pieno centro storico. La facciata, impreziosita da un antico portale cinquecentesco in pietra scolpita e da un dipinto in maiolica realizzato da Pierino Gizzi, introduce in un ambiente semplice, in cui è possibile ammirare due pale d’altare in maiolica e l’antica statua della Madonna Addolorata di fattura napoletana. All’interno della chiesa era conservato un affresco raffigurante la Madonna, opera quattrocentesca di Andrea DeLitio.

CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

 

Posta nel cuore del centro storico, la Chiesa fu costruita alla fine del ‘500 sfruttando materiale di riuso proveniente in gran parte dalla antica abbazia benedettina di San Salvatore che sorgeva a pochi chilometri dal borgo. Certamente all’Abbazia appartengono l’ambone in pietra scolpita raffigurante i simboli dei quattro evangelisti e la magnifica statua della Madonna in legno policromo, tra le più belle e meglio conservate di Italia. Tra i tesori custoditi all’interno della chiesa ricordiamo la pala d’altare in maiolica realizzata da Francesco Grue nel 1647 e raffigurante la Vergine di Loreto e le tele seicentesche in cui sono dipinti il martirio di San Mattia e San Michele arcangelo che adornano gli altari laterali e che sono arricchite da splendide cornici in maiolica

CENTRO STORICO

 

Sviluppatosi al tempo del fenomeno dell’incastellamento abruzzese, il centro storico sorge su uno sperone di roccia naturalmente eroso dal lento scorrere dei fiumi Leomogna e Rio che lo costeggiano. La specifica conformazione fisica rese il sito adatto a rispondere alle esigenze di difesa di un periodo storico particolarmente turbolento. La piazza principale è dominata dalla chiesa di San Giovanni Battista e da essa si dipanano le quattro ruette arricchite da palazzi antichi e caratteristiche botteghe e negozi artigiani. Le stradine, che ancora conservano in parte la muratura originale annerita dai fumi delle fornaci, confluiscono nell’antica porta di accesso al borgo, oggi murata e nota come “la portella”, presso la quale sorge la casa natale di Orazio Pompei. La parte bassa del borgo è quella che ancora custodice le più antiche botteghe; la devozione a San Antonio Abate, protettore del fuoco, ha fatto sì che a questo quartiere fosse attribuito il soprannome di “li Sant’Andunij”, probabilmente per l’abbondante presenza di statue del Santo che la tradizione voleva all’interno di ciascuna bottega.

PALAZZO MUSEALE DELL’ARTIGIANATO

 

Attualmente sede temporanea del Museo delle Ceramiche, il palazzo dell’artigianato è stato realizzato all’interno di una antica bottega artigiana della quale conserva ancora alcuni ambienti originali: il colatoio e le vasche di decantazione per l’argilla e il tradizionale forno a respiro. All’interno del palazzo dell’artigianato è quindi possibile rivivere l’esperienza dell’antico metodo di lavorazione della ceramica tradizionale.

CERAMISTI

I NOSTRI MAESTRI ARTIGIANI

ARTE DELLA MAIOLICA di Antonio Di Luca
C/o Villaggio Artigiano
64041 CASTELLI TE
Telefono 333 92 28 163

Facciolini srl
C/o Villaggio artigiano
64041 CASTELLI TE
Telefono 0861 97 06 00
www.facciolini.net

Ceramiche artistiche Facciolini Nino
Via F.A.Grue
64041 CASTELLI TE
Telefono 0861 97 06 24
Mobile 339 83 51 019
ninofacciolini@virgilio.it

Maioliche artistiche di Lorenzo Di Stefano
Piazza Roma, 16
64041 CASTELLI TE
333 74 44 835
www.lorenzodistefano.it
lorenzodistefano@live.it
Facebook

Di Silvestre Dina show room
C.da Faiano e Via C. Grue, 6
64041 CASTELLI TE
Tel.0861 97 92 04
www.ceramicaitaly.com
ceramicadisilvestre@hotmail.com
Facebook

Ceramiche Simonetti di Simonetti Antonio
Via Carmine Gentile, 52
64041 CASTELLI TE
Show room via Sciesa del borgo
Telefono 0861 97 94 99
Mobile 392 35 89 962
www.ceramichesimonetti.it
info@ceramichesimonetti.it
Facebook
Instagram

Ceramiche Di Francesco Dina
Piazza Roma, 1
64041 CASTELLI TE
Telefono 338 43 84 969
Eugenio 393 50 52 980
dfdceramiche@gmail.com

Ceramiche Artistiche Censasorte di Mancini Antonio
Piazza G. Marconi, 4
64041 CASTELLI TE
Telefono 086 19 79 206
Mobile 331 41 14 119

Di Gabriele Francesca
Via Fonte Vecchia
64041 CASTELLI TE
Telefono 0861 97 91 94
digafra551@gmail.com

Ceramiche Franco Trailani
C.da San Salvatore, 9
64010 Castelli TE
Telefono 338 47 33 999
Facebook

Melchiorre Benito
Materiale e strumenti per ceramisti semilavorati
Bivio Villa Rossi
64041 Castelli TE
Telefono 334 37 16 997
benito.malchiorre@libero.it

Maioliche Pistocchi
Bivio Villa Rossi, 10
64041 Castelli TE
Telefono 339 25 27 466

Ester Ceramica di
Di Francesco Lucio – semilavorati

C.da San Salvatore, 12
64041 Castelli TE
Telefono 0861 970716
info@esterceramica.com

Ceramiche artistiche Regazzi Liliana
C.da Villa Zotti, 17
64041 Castelli TE
Telefono 0861 97 07 11
Mobile 333 59 60 697
francescaleonetti@live.it
Facebook
Instagram

Galleria d’arte contemporanea
‘LA PORTELLA’ di Ivano Pardi

Via C. Gentile, 80
64041 Castelli (TE)
www.ivanopardi.it
Telefono 333 65 89 053
Facebook

Ceramiche Fazzini Pina
Via Scesa del borgo, 7
64041 Castelli TE
Telefono 346 24 20 802

Ceramica artistica Di Stefano di Faiani Silvana
Loc. Bivio Villa Rossi
64041 Castelli TE
Telefono 0861 97 49 63
Mobile 331 40 37 889

DI GIOSAFFATTE-ART
C.da Coccioni – San Rocco
64041 Castelli TE
Telefono 0861 97 06 19
Mobile 360 824516

www.digiosaffatte-art.com
Facebook

Lumièr Decor di Melchiorre Marcello
C/o Villaggio artigiano
64041 Castelli TE
Telefono 333 28 10 565

tato982@hotmail.it

La Bottega degli Artisti
C/o Villaggio artigiano, 1
64041 Castelli TE
Telefono 0861 97 92 82
Mobile 327 67 21 979
www.bottegadegliartisti.it
info@bottegadegliartisti.it

De Fabritiis Ceramiche snc
C/o Villaggio artigiano
64041 Castelli TE
Telefono 0861 970752
Mobile 340 05 31 524
Mobile 370 70 31 039
www.defabritiis-ceramiche.it
info@defabritiis.com
Facebook

Arte Ceramica di
Mercante Giuseppe

C.da Faiano, snc
64041 Castelli TE
Telefono 0861 97 94 42
Mobile 347 36 44 894
www.arteceramicacastelli.com
arteceramica1@virgilio.it
Facebook

Ceramiche Di Egidio Graziano
Laboratorio Via Scesa del borgo
Show room Via C.A.Grue
64041 Castelli TE
Telefono 339 44 52 482

Ceramiche artistiche ‘GHIRIGORI’ di Elena Villa
Piazza Marconi, 7
64041 Castelli TE
Telefono 0861 97 91 41
Mobile 333 73 44 345

IDEART di Di Francesco Antonio
Via Salita Paradiso, 18
64041 Castelli TE
Telefono 338 22 34 473
Facebook

Ceramica contemporanea ART E’ di Di Simone Giantommaso
64041 Castelli TE
Telefono 0861 97 93 14
Mobile 339 20 18 721
artandcraftdisimone.jimdo.com
ninodisimone.jimdo.com

Arte antica di Faiani Sandra
Via Silvio Antoniano
64041 Castelli TE
Telefono 340 17 13 824
Mobile 348 66 45 530
Facebook
Instagram

Maioliche di Emiliano Di Egidio
Via Silvio Antoniano
64041 Castelli TE
Telefono 333 89 63 260
emilianodiegidio@virgilio.it

Atelier Ceramico ART & DECOR di Mancini Nadia Maria
Viale Carlo Antonio Grue
64041 Castelli (TE)
Telefono 339 77 26 506
Mobile 339 74 96 744
www.clabit.it